News

Negroamaro

Il Negroamaro è un vitigno a bacca nera coltivato quasi esclusivamente in Puglia, in modo particolare nel Salento. L'origine del nome secondo alcuni
Read more →

Il Primitivo della Puglia

Il Primitivo è un vitigno rosso italiano, molto diffuso nella provincia di Taranto, in particolar modo a Manduria (da cui il nome "Primitivo di Manduria"), ma anche in altre provincie della Puglia, come Lecce e Brindisi. 
Read more →

Il Merlot

Il Merlot è un vitigno a bacca nera, il cui nome deriva dalla particolare predilezione che ha il merlo per le sue bacche, è originario della Gironda, nel Sud-Ovest della Francia, e in particolare della zona di Bordeaux da cui nascono (in uvaggio con il Cabernet) alcuni dei più prestigiosi vini al mondo
Read more →

Vini del Piemonte: Barolo, Barbaresco, le Langhe e l'Asti

Il Piemonte è dominato da due varietà di uve a bacca rossa (Nebbiolo e Barbera) e da una a bacca bianca (Moscato). Dal Nebbiolo si ricava il ricco e magnifico Barolo e l'elegante, più rotondo, anche se potente, Barbaresco. La Barbera ha una resa molto più alta del Nebbiolo, ma potenzialmente ha quasi la stessa finezza. Con tannini più morbidi e leggermente più acida, è ottima vicino ad Alba ed in una piccolissima porzione della provincia di Asti. Il vino dolce più popolare è
Read more →

Le origini della Malvasia

Col nome “Malvasia” si identificava un vino forte, alcolico, dal sapore dolce. Un’incredibile operazione di marketing avvenuta tra l'anno 1000 e il 1300, durante la piccola glaciazione. La diffusione del vitigno Malvasia ha però radici più antiche e ci si chiede se sia arrivata con i greci o molto più tardi con gli spagnoli.

Furono i Veneziani nel quattordicesimo secolo i primi a portare in Italia, soprattutto nel Nord, un vino dolce e aromatico che iniziò ad essere talmente apprezzato da utilizzare il vitigno come vera e propria moneta di scambio commerciale.

Read more →

La Cococciola, un vino riscoperto

La Cococciola è un raro vitigno autoctono dell’area frentana in Abruzzo. 
Fu menzionato a inizio del secolo scorso da due ampelografi francesi come vitigno di origine abruzzese distribuito nella Capitanata grazie alla transumanza. Si può trovare anche con il nome di cacciola e cocacciara. Usato spesso in uvaggio con altri vitigni può dare vini eccellenti anche in purezza.
Read more →

Vantaggi del bag in box, in un filmato

Vantaggi del bag in box, in un filmato

Per evidenziare i vantaggi del bag in box per il consumo di vino, ecco un breve filmato.

 

 

Read more →

Sangiovese di Romagna

Il Sangiovese di Romagna è un vino rosso la cui produzione avviene nelle provincie di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini ed in alcune zone della Provincia di Bologna. Prodotto con le uve Sangiovese vinificate in purezza o insieme a piccole quantità (massimo 15%, secondo il disciplinare DOC) di uve di altre varietà a bacca rossa della zona. 
Read more →

Felice 2017!

Felice 2017!


Il 2016 è stato un anno ricco di novità e cambiamenti. Abbiamo lavorato insieme per raggiungere nuovi e importanti traguardi.
A tutti i migliori auguri di un Felice 2017!
Read more →

Storia del bag in box

Il bag in box è nato nel 1965 da un viticoltore australiano che ha brevettato questo sistema di confezionamento.

Nel 1965, l' enologo Thomas Angove ha radicalmente cambiato il confezionamento del vino australiano.

Read more →